Museo delle Carrozze – Schoenbrunn – Vienna

Museo delle Carrozze – Schoenbrunn – Vienna

Gran parte dell'area espositiva del Museo delle Carrozze (Wagenburg) sono occupate da numerose carrozze ottocentesche, che possono essere di particolare interesse solo per gli specialisti. Pertanto, è meglio andare rapidamente alla galleria, dove c'è una collezione di carrozze e slitte che un tempo servivano come mezzo di trasporto per i bambini imperiali. Il più impressionante è un phaeton costruito appositamente per il figlio di Napoleone, Aquilotto. Ha parafanghi ad ala d'aquila, e ai lati è decorato con motivi ape, simbolo della famiglia Bonaparte.

Dietro la galleria si possono vedere le maggiori attrazioni della collezione. Le carrozze barocche e rococò asburgiche stanno lì. La più notevole è la carrozza dell'incoronazione di Franciszek Stefan, Il marito di Maria Teresa, veicolo estremamente lungo, grondante d'oro, con finestre in vetro veneziano. Sono stati aggiunti inserti dipinti 1764 r. prima dell'incoronazione di Giuseppe II a sovrano del Sacro Romano Impero. Il tutto pesa, che è difficile da credere, quattro tonnellate. Spesso era così, che la carrozza doveva essere fatta a pezzi e trasportata alle cerimonie di incoronazione a Budapest, Francoforte o Milano. Vale la pena prestare attenzione alle meravigliose imbracature, ricamato con velluto rosso e oro e piume di cavallo di piume di struzzo.

Di fronte c'è una carrozza dipinta di nero, utilizzato durante la cerimonia di ricevimento del tributo feudale dal nuovo sovrano. La cerimonia ha coinciso con il periodo di lutto ufficiale per il defunto beneficiario. Vale la pena prestare attenzione alla modesta due ruote in pelle rossa decorata con sopra 11 000 chiodi e graffette dorate. È stato costruito pensando a lunghi viaggi, cavalli o muli erano imbrigliati. Dopo 1705 r. è stato usato una volta, solo per questo, trasportare il cappello dell'arciduca d'Austria da Klosterneuburg a Vienna e ritorno in occasione della cerimonia della festa.

La slitta da corsa Maria Teresa, riccamente intagliata e dorata, è l'unico esemplare superstite del set realizzato per una speciale competizione per donne svoltasi presso la Winter Driving School di 1743 r. Vale la pena dare un'occhiata più da vicino alle campane che appartengono agli elementi che decorano la criniera del cavallo. Le slitte erano usate abbastanza spesso durante il carnevale per le giostre nel parco o sugli spalti fuori le mura della città. Se l'inverno fosse senza neve, le ruote erano attaccate alla slitta. I cavalli sono stati imbrigliati, ei cocchieri sedevano sui sedili posteriori, chi guidava, tenendo le redini sulle teste dei passeggeri.

Nella gallery potete vedere il frustino dell'imperatrice Elisabetta. Ha un manico in avorio ed è decorato con l'immagine dell'imperatore. Un'altra mostra è lo zoccolo di un cavallo, cavalcato dall'imperatore Francesco Giuseppe I il giorno della sua incoronazione a re d'Ungheria a 1867 r.

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *